Progetto “Cardano sicura”: fototrappole e un drone per la polizia locale

cardano sicura fototrappole drone

CARDANO AL CAMPO – La giunta guidata dal sindaco Maurizio Colombo approva il progetto Cardano Sicura 2021 e punta su droni e fototrappole. Nuove dotazioni tecniche, dunque, per il comando di polizia locale guidato dalla comandante Simona Berruti. L’investimento è di poco più di 17mila euro, ma il progetto è cofinanziato a livello regionale.

Più sicurezza con il drone

Il Comune è dunque pronto ad investire “in proprio” 8.700, per la restante cifra è stato già chiesto il finanziamento. Il costo maggiore è rappresentato dall’acquisto di un drone (15mila euro circa): «L’utilizzo dei droni, offre, in particolare, la visibilità di ampie zone di territorio da un punto di vista decisamente privilegiato unitamente alla possibilità di effettuare spostamenti rapidi e di visualizzare dettagli altrimenti non percepibili. L’integrazione dell’apparato con termo camera consente di effettuare ricerche di fonti di calore, siano esse di origine organica (persone ed animali) che inorganica (scarichi liquidi per lo più) – si legge nella relazione di Berutti – L’apparato che si intende acquistare sarà inoltre dotato di software ed accessori per la rilevazione fotogrammetrica, molto utile, oltre che in campo ambientale ed edilizio, anche per la rilevazione di incidenti stradali in condizioni critiche (ampiezza del teatro dell’evento, condizioni meteo che possono velocemente deteriorare le prove, numero di agenti disponibili per i rilievi)». Un ufficiale e un agente in servizio a Cardano hanno già gli attestati necessari per poter pilotare il drone.

Fototrappole contro lo scarico rifiuti

Il progetto prevede inoltre l’acquisto di due nuove fototrappole: «Il Comune di Cardano al Campo è stato uno dei primo ad utilizzare le foto-trappole per il contrasto dello scarico incontrollato dei rifiuti – si legge ancora nella relazione –  La pubblicizzazione dei risultati ha, di fatto, scoraggiato il ripetersi di episodi nelle località più colpite, tanto che i Comuni limitrofi hanno poi seguito la medesima strategia. Lungi dall’aver estirpato totalmente il problema, si ritiene che le nuove funzionalità inserire negli apparecchi di ultima generazione, quali la lettura delle targhe, possa contribuire a contrastare ulteriormente il fenomeno. La scelta di questi apparecchi potrà, altresì, essere utile strumento nel caso d’indagini svolte in collaborazione con altre Forze di Polizia».

cardano sicura fototrappole drone – MALPENSA24