Lechner: “Il mondiale di Ostenda è stata la gara più dura che ho mai disputato”

ciclocross lechner ostenda mondiali
bettiniphoto

OSTENDA – Resistere, resistere e resistere. Queste sono state le regole che hanno dettato il successo e la supremazia delle olandesi, che sulla spiaggia di Ostenda hanno dimostrato in assoluto la loro superiorità. La migliore delle azzurre è stata Eva Lechner, che ha tagliato il traguardo in undicesima posizione. «E’ stato un percorso molto duro, ma già lo sapevamo».

Eva il percorso lo ha provato soltanto l’altro ieri, anche se sperava di poter fare una ricognizione prima, sapendo che il tracciato sarebbe stato particolarmente insidioso.

«La sabbia è stata la parte più impegnativa, abbiamo sempre avuto il vento contrario e non è stato facile. Vento e freddo hanno reso la gara più dura, uniti alla difficoltà della sabbia, hanno reso difficilissima la corsa. Posso dire che questa forse è stata la gara più dura della mia carriera».

Cadute, sabbia, vento e pioggia quasi ghiacciata hanno messo a dura prova le ragazze, che sono arrivate alla fine della gara veramente provate. «A chi sarà in corsa domani (oggi, ndr) voglio dire di tenere duro, perché correranno su un tracciato veramente complicato, tra terra bagnata e sabbia».

La corsa è stata dominata dalle olandesi, che fin dall’inizio hanno dettato legge, correndo su un percorso che si adattava molto alle loro caratteristiche. «Le olandesi sono partite da favorite, sapevamo che sarebbe stato difficile per chiunque star loro dietro e così è stato. Noi abbiamo fatto la nostra corsa, il vento contrario e il freddo hanno complicato ancora di più un percorso difficile».

Per Eva Lechner la stagione del ciclocross ancora non sì conclusa: «Farò ancora delle gare di ciclocross in Belgio e poi rientrerò in Italia dove inizierò la preparazione per le qualificazioni alle Olimpiadi».

La corsa è stata dominata dalle olandesi che hanno monopolizzato il podio: titolo mondiale a Lucinda Brand, che in questa stagione ha vinto praticamente tutto, davanti ad Annemarie Worst e Denise Betsema. Per l’Italia, undicesima come detto Eva Lechner, quattordicesima Aliec Maria Arzuffi, diciottesima Rebecca Gariboldi, ventiduesima Silvia Persico e ttetatreesima Chiara Teocchi.

In campo maschile, nella gara Under 23, undicesimo posto per un bravissimo Filippo Fontana mentre molto più lonati hanno chiuso Marco Pavan (39°) e Samuele Leone (41°). Titolo all’olandese Pim Ronhaar che ha preceduto il connazionale Ryan Kamp ed il belga Timo Kielich.

Oggi la fredda Ostenda accoglierà le ultime due prove, vale a dire quelle riservate alle ragazze Under 23 e agli uomini della categoria Elite con l’attesissima sfida fra Mathieu Van der Poel e Wout Van Aert. Da non perdere.

Donne U23
BARONI FRANCESCA SELLE ITALIA GUERCIOTTI ELITE
CASASOLA SARA ASD DP66 GIANT SMP
REALINI GAIA SELLE ITALIA GUERCIOTTI ELITE
Uomini élite
BERTOLINI GIOELE CENTRO SPORTIVO ESERCITO
COMINELLI CRISTIAN SCOTT RACING TEAM
DORIGONI JAKOB SELLE ITALIA GUERCIOTTI ELITE
FOLCARELLI ANTONIO RACE MOUNTAIN FOLCARELLI TEAM
SAMPARISI NICOLAS KTM BRENTA BRAKES – DAMA SELLE SMP

Palinsesto Rai
Ore 13:30 – Donne Under 23: diretta Rai Sport Web
Ore 15:10 – Uomini Elite: diretta Rai Sport + HD

Articolo a cura della redazione di Tuttobiciweb

Dominio olandese al mondiale di ciclocross: Brand iridata tra le donne elite

ciclocross lechner ostenda mondiai – MALPENSA24