Infermiere aggredito al pronto soccorso dell’ospedale di Gallarate

gallarate suicida ospedale

GALLARATE – Infermiere aggredito al triage: il paziente ha persino sfondato un vetro. E’ accaduto oggi, martedì 27 novembre, al pronto soccorso dell’ospedale di Gallarate. Il fatto riporta l’attenzione sulla questione sicurezza negli ospedali: lo scorso settembre i rappresentanti sindacali di categoria si erano persino rivolti al Prefetto di Varese chiedendo un intervento «per coinvolgere tutte le istituzioni, comprese le aziende socio sanitarie per ricercare soluzioni alla permanenza dei senzatetto e alle aggressioni verbali e fisiche nei confronti del personale medico, infermieristico e tecnico».

Episodi in aumento

Il paziente che oggi ha dato in escandescenza era un italiano di circa 40 anni. L’uomo, per ragioni al momento non note, è diventato aggressivo aggredendo prima l’infermiere in turno al traige, che per fortuna non ha riportato ferite, e quindi spaccando un vetro del pronto soccorso. Come detto le ragioni dell’aggressione sono ignote ma probabilmente sono da ricondursi allo stato del paziente che avrebbe mostrato segni di disagio comportamentale. Le aggressioni di questo genere sono, stando ai dati rilevati dai sindacati, in crescita in tutta la provincia. Medici e infermieri hanno spesso a che fare con pazienti esagitati o a causa di patologie o a causa di alterazione dovuta all’assunzione di alcol o droga. In alcuni casi il personale è rimasto ferito, per fortuna non in quest’ultimo episodio. I sindacati da tempo chiedono interventi per garantire maggiore sicurezza al personale ospedaliero: anche dai famigliari o dai pazienti in attesa che in più di un’occasione, non a Gallarate ma in altri presidi sanitari del territorio, hanno mostrato atteggiamenti violenti nei confronti del personale.

gallarate ospedale aggressione – MALPENSA24