Legnano sempre più sostenibile: in arrivo nuove ciclabili e la zona 30

mobilità sostenibile legnano

LEGNANO – Meno automobili private e sempre più mobilità sostenibile nell’Alto Milanese. Legnano sarà capofila in un progetto di incremento della green mobility, che comprende i comuni di Busto Garolfo, Canegrate, Dairago, San Giorgio su Legnano e Villa Cortese, grazie ai finanziamenti provenienti da un bando del Ministero dell’Ambiente.

Favorire gli spostamenti a piedi

Il progetto, che coinvolge i sei comuni dell’Alto Milanese, e che è stato approvato oggi 7 dicembre dalla giunta comunale di Legnano, è stato presentato al Ministero dell’Ambiente per il bando “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”.
Con “L’Alto Milanese va in mobilità sostenibile” si vuole quindi mettere in campo tutta una serie di iniziative per incoraggiare, in città, l’uso dei mezzi pubblici ma anche favorire gli spostamenti a piedi per i tratti brevi, o in bicicletta, carpooling e così via. Rinunciare, insomma, all’automobile, per gli spostamenti cittadini e nei tragitti che si compiono ogni giorno, per ridurre le emissioni inquinanti che provengono dalle automobili e migliorando così la qualità dell’aria in città ma anche la stessa vita dei cittadini, di cui si favorisce la mobilità.
Nel dettaglio, il progetto approvato oggi dalla giunta di Legnano prevede la creazione di tratti di piste ciclabili che andranno a collegare il centro città e l’area dell’ospedale (viale Sabotino, via Carducci, via Parma e via Novara) per collegare anche i tratti già esistenti ampliando la pista delle ciclabili in città. Mentre invece la zona 30 sarà ricavata in un tratto dell’Oltrestazione. Dato il via oggi all’esecutivo, i lavori partiranno nelle prossime settimane, con un investimento che sarà di 380 mila euro.

mobilità sostenibile legnano – MALPENSA24