Padel e calcetto a Sacconago: 700.000 euro a Busto per i campi alla pista di atletica

BUSTO ARSIZIO – I campi da padel e calcetto allo stadio di atletica di Sacconago si faranno: il Comune di Busto Arsizio si è aggiudicato 700mila euro di finanziamenti del bando “Sport e periferie” per la realizzazione del progetto da 744mila euro pensato nell’ambito del piano “SmarTrack” della federazione di atletica. Sorgeranno «due campi da padel coperti da tensostruttura e due campi da calcio a 5 in erba sintetica», ha annunciato in conferenza stampa questa mattina, 15 settembre, l’assessore allo sport Laura Rogora. Busto si è piazzata in 174esima posizione nella graduatoria del bando, che aveva ben 3800 partecipanti e che destinava solo il 20% delle risorse al centro-nord. Fuori Varese, Gallarate e Legnano, in provincia di Varese premiata dopo Busto solo Uboldo.

Il progetto

L’idea del bando, rivela l’assessore Rogora, «nasce all’inaugurazione della pista di atletica di Sacconago, parlando con l’allora presidente Fidal Alfio Giomi e altri atleti, che ci hanno indirizzato verso questo bando». Il progetto dell’architetto De Martino prevede la realizzazione di due campi da paddle coperti da una tensostruttura e di due campi di calcio a cinque in erba sintetica, con i relativi percorsi in calcestruzzo drenante e la recinzione perimetrale, oltre ad una tettoia fotovoltaica. Non ci saranno, almeno per ora, gli spogliatoi, già oggetto di discussione in consiglio comunale sulla base di un’interrogazione della Lega. «Sono già previsti nel progetto, ma verificheremo con il gestore se saranno necessari o se saranno sufficienti quelli già esistenti per la pista di atletica». Nelle intenzioni dell’amministrazione lo stadio di atletica diventerà più attrattivo e sostenibile: «Questo impianto – spiega il sindaco Emanuele Antonelli – servirà ad incassare soldi per il comune e soprattutto per mantenere al meglio l’impianto di atletica».

La pioggia di finanziamenti

«Sono orgoglioso di aver portato a casa altri soldi, un ulteriore tassello del lavoro che abbiamo fatto – le parole di Antonelli – i soldi piovono se si lavora bene e si fanno i progetti come si deve. Questo bando non era facile da vincere, perché avvantaggiava le aree più disagiate, ma siamo riusciti a realizzare un progetto vincente grazie alla sinergia con la pista di atletica». Lo stadio di Sacconago, intitolato ad Angelo Borri, diventerà un vero centro sportivo. E non finisce qui, perché palazzo Gilardoni guarda già al prossimo bando Sport e Periferie 2022, che dovrebbe avere una dotazione di risorse ancora superiore, per concretizzare il sogno di «una pista ciclopedonale chiusa e illuminata per correre in sicurezza con piazzole di destrezza per i giovani ciclisti», come annuncia l’assessore Rogora. Sono circa «70 i milioni portati a casa in questi anni con i bandi» fa notare l’assessore al bilancio e all’attenzione risorse Paola Magugliani. «Un’ulteriore ottima notizia». Soldi, aggiunge Antonelli, «importantissimi per cambiare Busto a costo zero per il comune. Il Pnrr non ci preoccupa, anzi, sapremo intercettare soldi e spenderli bene per le esigenze di Busto».

Busto, campi di calcetto e padel alla pista di atletica: è caccia ai fondi statali

busto arsizio padel pista atletica – MALPENSA24