Sinti via dal campo di Gallarate. Siete d’accordo con lo sgombero? IL SONDAGGIO

Sinti sgombero cassani sondaggio

GALLARATE – Ha ragione oppure torto Andrea Cassani, primo cittadino di Gallarate, a voler sfrattare i sinti dal loro campo di via Lazzaretto a Cedrate? Il sindaco si muove sulla base di abusi edilizi ampiamente accertati, il suo intento è di ripristinare la legalità in quell’area. Per ciò ha previsto, in una data a partire da oggi, 23 novembre, lo sgombero di casette prefabbricate, roulotte, manufatti vari che formano il “villaggio” fuori legge.  Senza dimenticare gli arretrati di tasse e bollette di luce, gas e acqua rimaste insolute da anni e anni. Per contro c’è chi, in città, chiede che vengano tenute in considerazione gli aspetti umanitari: tra le famiglie sinti ci sono bambini e anziani. Dove andranno una volta senza casa? Anche per questa ragione, al di là di questioni tecniche e giuridiche che secondo alcuni avvocati graverebbero sulla decisione di sgomberare il campo, si chiede al sindaco una ulteriore proroga da aggiungere a tutte quelle già concesse in passato.

CLICCA QUI per votare il sondaggio

Mercoledì, i nomadi, sinti e rom provenienti anche da altre zone del Paese, hanno manifestato il loro desiderio di restare a Cedrate. Dicendosi disponibili a ripristinare la legalità e, in questo, confermando di conoscere la loro situazione non esattamente entro il perimetro delle regole. Oggi alle 15 una delegazione di sinti viene ricevuta in municipio nell’estremo tentativo  di ottenere un altro rinvio dell’intervento delle ruspe. Intanto Gallarate, ma non solo Gallarate,  è un’altra volta divisa: giusto oppure no sfrattare i sinti? E’la domanda che Malpensa24 pone ai suoi lettori attraverso un sondaggio per capire quanti sono dalla parte di Cassani e quanti dalla parte dei nomadi.

Sinti sgombero cassani sondaggio – MALPENSA24