Blackout annunciato. Domani Busto spegne la luce per M’illumino di meno

busto m'illumino di meno

BUSTO ARSIZIO – Busto spegne la luce e la città si aggiunge alle migliaia di semplici cittadini, scuole, aziende, istituzioni, associazioni che domani, venerdì 1 marzo aderiranno all’iniziativa “M’illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 dallo storico programma di Radio 2 Caterpillar.

Come da qualche anno a questa parte, l’amministrazione comunale, in particolare con gli assessorati all’Ecologia, alla Cultura e Commercio e al Marketing territoriale, parteciperà all’iniziativa con alcune azioni in cui sono coinvolti anche Gruppo Agesp, Ascom, Comitato Commercianti Centro Cittadino, Distretto del Commercio.

L’illuminazione pubblica di piazza san Giovanni e di via Milano sarà spenta dalle 19 alle 19.05. Un gesto simbolico che, come afferma l’assessore all’Ambiente Alessandro Chiesa, «ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini ad adottare piccoli gesti quotidiani per razionalizzare i consumi di energia e risorse, tagliare gli sprechi e risparmiare. Invitiamo tutti i cittadini ad aderire, spegnendo luci e dispositivi elettrici non indispensabili e a seguire le indicazioni del decalogo proposto dagli organizzatori».

Anche il mondo del commercio cittadino partecipa a M’illumino di meno: dalle 18.30 alle 19.30 le attività commerciali (sono oltre 100 i negozi che hanno al momento aderito) spegneranno parte dell’illuminazione per accendere delle romantiche candele a cera cava.
Per chi volesse documentarsi meglio, la Biblioteca comunale G.B. Roggia ha allestito una mostra di libri sui temi dell’ ecologia, del risparmio energetico, dell’economia circolare: il 1 marzo alle 18 è anche previsto lo spegnimento simbolico delle luci delle sale per coinvolgere sensibilizzare gli utenti.
Commenta l’assessore alla Cultura e al Commercio Manuela Maffioli: «L’adesione della nostra città è importante. I commercianti dimostrano, con lo spegnimento temporaneo dei negozi, non solo una grande attenzione al tema, ma anche di essere sempre più partecipi dei tanti aspetti della vita cittadina. La biblioteca fornisce strumenti di approfondimento e di riflessione. Sono due modi diversi, ma complementari, per avvicinare i cittadini alla cultura della tutela dell’ambiente e del risparmio energetico».

Anche Agesp aderirà all’iniziativa con la predisposizione di consigli per il risparmio energetico che saranno pubblicati sulla pagine social del Gruppo. Molte anche le scuole cittadine che stanno organizzando momenti dedicati all’iniziativa. Conclude l’assessore al Marketing Paola Magugliani: «L’adesione a M’illumino mette Busto nelle condizioni di diventare sempre più attrattiva anche per la sua attenzione all’ambiente e alle tematiche della sostenibilità. Sottolineo anche l’aspetto educativo dell’iniziativa, proprio in un periodo in cui stiamo cercando, come Amministrazione, di spingere sulla necessità di educare al rispetto per il bene comune: in questo caso parliamo di ambiente che è il bene comune per eccellenza».

busto m’illumino di meno – MALPENSA24