Truffa dello specchietto a Castellanza: attenzione a uno scooter Yamaha nero

truffa specchietto

CASTELLANZA – Tentata truffa dello specchietto in corso Matteotti a Castellanza: la vittima non ci casca. E avvisa i carabinieri. L’automobilista è stato bravissimo nel notare un dettaglio: la targa dello scooter nero Yamaha di grossa cilindrata guidato dal malvivente era illeggibile.

Targa illeggibile ma attenzione allo scooter

Il resto è stato tutto come da copione. Lo scooter ha superato la macchina. Il conducente dell’auto ha sentito un colpo. Lo scooter accosta e l’automobilista, un uomo per bene, fa altrettanto. Il motociclista a quel punto si avvicina alla vittima lamentando il danno allo specchietto. Il truffatore fa il piacione: chiede di fare la constatazione amichevole, poi chiede dove possa far riparare allo specchietto. E’ probabilmente l’incipit della truffa. Se l’automobilista avesse detto «Conosco qualcuno» il truffatore avrebbe iniziato la tiritera sul «Non mettiamo in mezzo le assicurazioni che poi aumentano il premio. Facciamo un accordo, lei mi dà 50 o 100 euro e io faccio riparare il danno». Questi malviventi non chiedono mai cifre spropositate per non spaventare le vittime. E poi chi girerebbe con 500 euro in contanti nel portafoglio normalmente? E’ a questo punto che la vittima ha notato che la targa dello scooter era illeggibile. Un precauzione da parte del malvivente. Che però non è passata inosservata. L’automobilista a quel punto ha proposto di chiamare gli agenti della polizia locale per verificare l’accaduto. E il truffatore è fuggito a gambe levate. Il fatto è stato segnalato ai carabinieri.

castellanza truffa specchietto yamaha – MALPENSA24