Elezioni a Legnano, Franco Brumana convoca Costituente Civica per candidatura a sindaco

legnano mozioni centrodestra comune

LEGNANO – Svolta nella campagna elettorale di Legnano per le prossime amministrative anticipate. Dopo settimane di impasse nelle trattative in corso fra le liste civiche e i partiti di opposizione al centrodestra, l’avvocato Franco Brumana, che a più riprese ha espresso la propria disponibilità a candidarsi come sindaco, ha preso l’iniziativa e ha deciso di convocare una “Costituente Civica” per dare la parola ai cittadini a partire dalla sua proposta di programma già presentata a ottobre. L’appuntamento sarà per metà dicembre al Welcome Hotel di Legnano. Obiettivo di Brumana: raccogliere intorno a sé e alle proprie proposte per il futuro della città il maggior numero di cittadini e, se lo vorranno, di partiti.

Svolta dopo la frattura in Alleanza civica

legnano elezioni sindaco liste brumanaL’iniziativa segna un punto di rottura dopo che, a detta di Brumana, al tavolo dell’Alleanza civica (a cui sedevano, oltre alle liste civiche, PD e Cinque Stelle) «è saltato tutto, ovvero il risultato di mesi di lavoro molto faticoso». Il lavoro in questione era mettere d’accordo tutte le anime del largo fronte politico che si riconosceva nel Comitato Legalità, protagonista della battaglia giuridica contro la giunta Fratus, a partire da alcuni punti fondamentali come la persona da candidare a sindaco – sulla quale perfino il PD aveva fatto un passo indietro, rinunciando a imporre un suo nome – e il programma da presentare agli elettori.

«Alcune delle liste – accusa Brumana – si sono sottratte al confronto sul programma, proprio alla vigilia degli ultimi incontri dell’Alleanza per arrivare a una sintesi fra le mie proposte, quelle avanzate dal PD alla Festa dell’Unità e altre, sia complessive che su temi specifici».

Brumana: «Basta trattative segrete, diamo la parola ai cittadini»

In settimana alcuni partiti e liste dell’Alleanza hanno annunciato di non essere più interessati a partecipare, preferendo correre da soli anziché insieme alle altre forze del “cartello”; una parte dei “fuoriusciti” si sarebbero poi incontrati fra loro per decidere il da farsi. «È esattamente l’opposto – commenta Brumana – di quello che vogliamo fare noi: non trattative a tavolino, come quelle che hanno portato all’accordo sottobanco tra Fratus e Guidi nel ballottaggio del 2017 (e per le quali sono entrambi accusati dalla magistratura di corruzione elettorale, nda) ma un momento unificante in cui partire dalla mia proposta di programma per discuterla, attraverso una serie di incontri con le varie realtà cittadine, al fine di arrivare al programma elettorale definitivo. Oltre a una grande serenità – conclude Brumana – avverto la necessità di dare la parola ai cittadini». Su Facebook è anche apparsa una pagina, “Io sto con Brumana”, che non è però una iniziativa del diretto interessato.

legnano elezioni sindaco liste brumana – MALPENSA24