Gallarate, sul caso Sinti nessun abuso: la Procura chiede l’archiviazione per Cassani

inchiesta tangenti primo mese

GALLARATE – Nessun abuso d’ufficio, nessuna omissione, nessuna violazione nei confronti dei diritti dei Sinti. La procura chiede l’archiviazione della denuncia presentata dall’avvocato Pietro Romano nei confronti del sindaco di Gallarate Andrea Cassani, come riportato dall’edizione odierna del quotidiano La Prealpina. Il primo cittadino gallaratese ha agito in osservanza delle norme: non c’è alcuna ragione per perseguirlo.

La parola al gip

La decisione del pubblico ministero di Busto Nadia Calcaterra è arrivata dopo due mesi di indagini durante i quali ogni elemento è stato vagliato dall’autorità giudiziaria. La conclusione è, appunto, la richiesta di archiviazione della denuncia. Sarà il gip, adesso a decidere, se accogliere la tesi della procura oppure ordinare nuove indagini. Romano, avvocato dei Sinti gallaratesi, potrebbe opporsi alla richiesta in questione. Il tribunale ordinario si era già espresso in favore di Cassani, del resto, rigettando in due occasioni i ricorsi presentati da Romano.

gallarate sinti cassani – MALPENSA24