Il sindaco Antonelli a Mariani: «Su Greta e il clima confuso sarà lei. E il Pd»

busto sindaco emanuele antonelli

BUSTO ARSIZIO – “Confuso io? Confuso sarà lei e il suo Partito Democratico caro presidente del consiglio comunale Valerio Mariani”. E’ questa in sintesi la risposta che il sindaco Emanuele Antonelli dà al presidente del consiglio comunale Valerio Mariani, il quale ha manifestato il suo stupore poiché il primo cittadino, il giorno prima ha “squalificato” Greta Thunberg e il giorno dopo è andato alle Ferrovie Nord per sostenere la spedizione ambientalista a Davos che nasce proprio nel solco del Friday for future.

Antonelli e il presenzialismo elettorale

Mariani con la sua uscita aveva sottolineato l’incongruente comportamento del primo cittadino che in due occasioni diverse ha manifestato le sue posizioni, apparse ai più in contraddizione, sui cambiamenti climatici. Il consigliere ha anche pungolato il sindaco: «Del resto se si deve ricandidare ogni occasione di visibilità è buona. E la coerenza è l’ultima cosa».

Antonelli: «Rispondo per fare chiarezza»

La presa di posizione di Mariani ha toccato nel vivo Emanuele Antonelli, il quale, nella risposta al consigliere piddino, scrive che «per fare chiarezza, ho deciso di rispondere alle dichiarazioni del presidente del consiglio Valerio Mariani.

Dalle parole del presidente Mariani – dice Antonelli – traspare una confusione degna del partito a cui appartiene. Quale sindaco di Busto sostengo coloro che per portare avanti una causa si spendono in prima persona, magari facendo 5000 metri di dislivello, per attirare l’attenzione sul problema serio del cambiamento climatico, senza tornaconti personali. Sono sindaco di tutti, a prescindere se la pensino come me. Ma sono anche un sindaco, che rappresenta cittadini che chiedono fatti, non parole, perciò non mi è concesso sostenere i cosiddetti “predicatori” in cerca solo di visibilità personale.

«Mariani mi sta usando come fanno in tanti»

Dalle “numerose” iniziative ambientali portate avanti in questi mesi dal presidente Mariani, insieme al gruppo a cui appartiene, mi sembra di capire che l’ambiente non sia tra le loro priorità. A questo punto mi sorge un dubbio: non è che il presidente Mariani, che taccia me di cercare visibilità, in realtà mi stia “usando”, come fanno in tanti ultimamente, per iniziare a fare campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative del 2021? Concludo dando la mia piena disponibilità a sedermi ad un tavolo con chiunque voglia fare qualcosa di concreto per la nostra città e, in questo caso, per l’ambiente.

P.s.: Andateci piano con le belle parole perché poi arriva il momento di dimostrarle.

antonelli mariani greta davos – MALPENSA24