Legnano, varati dalla giunta gli indirizzi metodologici per la variante al Pgt

legnano linee pgt

LEGNANO – La Giunta comunale di Legnano ha approvato gli indirizzi metodologici per il procedimento di revisione e semplificazione del Piano di Governo del Territorio vigente. In essi è espresso l’indirizzo che prenderà la Variante e la conseguente modifica del Pgt per quanto riguarda il Piano delle Regole e il Piano dei Servizi.
Nel corso del periodo di vigenza del Pgt attuale, la gestione operativa degli atti all’interno dei procedimenti urbanistici ed edilizi avviati o attuati sul territorio comunale ha permesso, da parte dell’Ufficio Tecnico, degli addetti ai lavori e dei cittadini, di evidenziare alcuni aspetti delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano delle Regole e del Piano dei Servizi che necessitano di un intervento migliorativo, semplificativo e integrativo.
L’attuale Amministrazione ha quindi ritenuto necessario avviare un percorso partecipato di revisione in modo da garantire una chiarificazione delle norme, improntata a criteri di semplicità e buon senso.

Le linee di indirizzo

Le linee di indirizzo principali della variante sono la revisione dei testi normativi, al fine di eliminare le difficoltà interpretative inerenti la definizione dei parametri urbanistico/edilizi e d’igiene, la ricognizione e semplificazione delle procedure di carattere ambientale nel rispetto della normativa di settore, l’allineamento della normativa di piano con le disposizioni dei regolamenti di settore più specialistici nonché con gli indirizzi giurisprudenziali consolidati, finalizzati a una semplificazione normativa atta ad insediare le attività economiche di ultima generazione, la semplificazione e l’incentivazione delle procedure finalizzate all’utilizzo del Permesso di Costruire Convenzionato, anche per la rigenerazione di aree/edifici dismessi.
«Questi indirizzi – spiega l’assessore al Territorio, Gianluca Alpoggio – hanno anche lo scopo di agevolare un recupero più rapido delle aree private attualmente dismesse (Manifattura, Franco Tosi e simili) che, a dispetto di una convinzione diffusa, non sono nella disponibilità dell’Amministrazione comunale e sulle quali, di conseguenza, non si può intervenire direttamente».

Legnano linee pgt – MALPENSA24