Misterioso censore offende Lonate e i lonatesi con scritte sui muri

scritte offese lonate

LONATE POZZOLO – Scritte con la firma di un mitomane? Può essere, un mitomane che cerca visibilità e denuncia la propria antipatia per Lonate Pozzolo e, quanto meno, per la cifra culturale di Lonate o quella che lui ritiene tale, naturalmente al ribasso. Scritte comparse su una parete del supermercato Tigros e su un muro del centro storico, offensive per chi abita in paese e di sicuro non merita di passare per incolto. Eppure, questo misterioso e anonimo “artista”, il cui volto potrebbe essere stato ripreso dalle telecamere della videosorveglianza, se la prende con la presunta, scarsa propensione alle attività culturali (“Avete mai visto un intellettuale?”) e con la qualità della vita di Lonate, che egli reputa tra “i paesi più ignoranti d’Italia anche se economicamente tra i più ricchi”. Commenti ingenerosi quanto inveritieri sotto molti profili: gli abitanti di Lonate dovrebbero come minimo ribellarsi e indignarsi.

scritte offese lonateLa frase di Dostoevskij

Che cosa vada cercando il censore con la bomboletta spray non si capisce, né si può capire da questa sorta di farneticazioni murarie che vanno a parare nella descrizione di un posto “dove non si vive per niente bene” e dove “non c’è futuro”. Nota di puro pessimismo contraddetta dalla citazione di Dostoevskij con la celebre frase “la bellezza salverà il mondo”. Non c’è dubbio, a salvarlo non sarà di certo la stupidità. Soprattutto di chi imbratta i muri.

Scritte offese lonate – MALPENSA24