Pizzaioli rapinati in stazione: tre arresti a Gallarate

gallarate minaccia pistola giocattolo

GALLARATE – Avevano rapinato alcuni pendolari in stazione, ma nelle ultime ore i poliziotti del commissariato di Gallarate hanno arrestato uno dei responsabili. Si tratta del terzo soggetto finito in manette per i fatti avvenuti lo scorso 28 gennaio, quando furono rapinati due pizzaioli. Non è stato facile chiudere il cerchio per gli investigatori gallaratesi che dal primo istante si erano occupati dell’odiosa faccenda.

La svolta nelle indagini

Nelle ultime ore, al termine di complesse indagini, è finito nei guai E.H.Y. marocchino trentenne senza fissa dimora e irregolare in Italia in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa l’11 giugno del 2018 dal gip del tribunale di Busto Arsizio, Piera Bossi. Secondo la ricostruzione, il 28 gennaio scorso, due uomini al termine del turno di lavoro in pizzeria, fermi in stazione in attesa dell’arrivo del pullman per rientrare a casa, erano stati rapinati da un gruppo di giovani nordafricani. Sempre stando alle ricostruzioni investigative, sulla base delle informazioni fornite dalle vittime delle rapina, i banditi si erano impossessati di cellulari e portafogli. N’era scaturita anche una brutta colluttazione al termine della quale i lavoratori avevano riportato anche lesioni per le quali era stato necessario ricorrere alle cure mediche in ospedale. Le volanti nell’immediatezza dei fatti avevano individuato e arrestato uno dei rapinatori. Le indagini erano proseguite anche attraverso l’uso delle telecamere in dotazione alla stazione.

Si chiude il cerchio

Il secondo rapinatore era stato arrestato due giorni più tardi, alla fine di gennaio. E nelle ultime ore è arrivato il turno del terzo straniero, arrestato in piazza Zaro, al termine di minuziose ricerche, complicate dal suo status di senza fissa dimora. I tre stanno rispondendo di rapina in concorso aggravata.

pizzaioli gallarate polizia – MALPENSA24