GdF-Entrate, alleanza contro l’evasione. Per un salto di qualità nei verbali

concorso guardia finanza

VARESE – Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate a confronto sulle verifiche fiscali con l’obiettivo di fare un salto di qualità nelle verbalizzazioni. A tutela dei contribuenti onesti.

Nella giornata di venerdì 8 novembre 2019 si è svolto, presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, un incontro di natura operativa tra la Guardia di Finanza e la Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate, al quale hanno partecipato Ufficiali e Finanzieri verificatori e Capi Area, Capi Team ed alcuni Funzionari dell’Agenzia fiscale.

Confronto extra

La Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate e il Comando Provinciale effettuano regolarmente riunioni di carattere tecnico-operativo finalizzate a migliorare ogni possibile forma di collaborazione ed attuare efficaci sinergie, in tutti i casi connotati da profili di obiettiva complessità e difficoltà nell’applicazione della normativa tributaria o quando si profila la formalizzazione di rilievi di consistente entità . L’incontro odierno – come evidenziato dal Direttore Provinciale delle Entrate Dott. Antonio Silipo sottolineandone l’importanza strategica – si è svolto in aggiunta ai consueti incontri ed è consistito in un vero e proprio confronto professionale specificamente orientato su alcune verifiche fiscali eseguite dai Reparti della Guardia di Finanza ritenute maggiormente significative.

 

Al riguardo, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Gen. B. Marco Lainati, ha sottolineato che l’incontro operativo odierno è stato, per tutto il personale coinvolto, un arricchimento operativo, culturale e professionale, che favorirà ulteriormente il rispetto del principio della collaborazione e della buona fede a cui sono improntati i rapporti tra contribuente e amministrazione finanziaria, a tutela dei contribuenti onesti. La puntuale applicazione delle disposizioni che disciplinano il coordinamento tecnico-operativo persegue il fine di elevare ulteriormente il livello qualitativo delle verbalizzazioni, tendendo quanto più possibile a ridurre gli scostamenti di valore tra la base imponibile constatata e quella accertata.

varese finanza entrate evasione – MALPENSA24