A Gorla Maggiore aumentano i contagi. E riapre il Comitato Prociv per le emergenze

gorla maggiore centro operativo emergenza covid prociv

GORLA MAGGIORE – Il Covid non risparmia nessuno, e anche a Gorla Maggiore, i casi positivi aumentano ogni giorno di più. Ecco allora che il sindaco, Pietro Zappamiglio annuncia la decisione di riattivare il Comitato operativo comunale (Coc) per fronteggiare l’emergenza sanitaria e da oggi, martedì 27 ottobre, il tendone della Protezione civile potrà assistere le persone contagiate in quarantena.

Prociv al servizio dei gorlesi

Il servizio, già attivo durante la prima ondata, aveva permesso alla Protezione civile di aiutare molti cittadini in difficoltà. «Dal momento che i casi continuano ad aumentare, ieri, lunedì 26 ottobre, con la giunta abbiamo deciso di riattivare il Coc, che sarà a disposizione dei cittadini tutti i giorni dalle 8 alle 18 e risponderà al numero 0331 108 16 45», ha dichiarato il primo cittadino in una diretta Facebook.

Spesa a domicilio per i positivi

I volontari della Protezione civile potranno fornire assistenza domiciliare, informazioni, beni di prima necessità e consegnare le medicine. Per adesso, però, la spesa a domicilio verrà offerta solo a coloro che si trovano in quarantena e risultano positivi al tampone da Covid-19. «Per non far entrare i volontari in Comune e ridurre al minimo le possibilità di contagio, abbiamo installato nuovamente il tendone in piazza Martiri della libertà, dove rimarrà almeno fino al 24 novembre», spiega Zappamiglio.

Il Covid continua a circolare

Che inizia a preoccuparsi per i numeri di Ats relativi al paese. «A ieri i casi positivi registrati sono 18, ma, parlando anche con i medici di base,  penso che verranno aggiornati a 20. Oltre a questi abbiamo i casi di contatto, che si attestano intorno ai 44, ma che potranno salire a 64 circa».

Il Covid entra anche al nido

Questo aumento è anche dovuto ai contagi scolastici. Alle elementari De Amicis ci sono infatti due classi in isolamento e una alla scuola materna Candiani. «In una sezione dell’asilo nido è stato riscontrato un caso di positività, perciò abbiamo messo in quarantena tutti gli 8 bambini. Fortunatamente, però, dal momento che avevamo progettato i percorsi in modo da eliminare ogni contatto tra le classi, le altre due sezioni proseguiranno normalmente».

Riapre il centro anziani

Allo stesso modo, il Comune è anche riuscito a far ripartire il centro diurno anziani, che da questa settimana raddoppierà gli ospiti, passando da 3 a 6. «Ci sembra importante riprendere queste attività anche perché stiamo rispettando tutti i protocolli sanitari di Ats e stiamo vigilando sull’evoluzione dell’emergenza Covid».

Una situazione ancora sotto controllo, certo, ma che non deve farci abbassare la guardia. «Non possiamo permetterci errori», dice fermo Zappamiglio. «Ecco perché faccio appello a tutti, e soprattutto ai più giovani, di rispettare le regole. Anche perché imporremo delle forti sanzioni».

Gorla Maggiore, il sindaco: «Troppi giovani nei parchi. Aumento i controlli»

gorla maggiore centro operativo emergenza covid prociv – MALPENSA24