Gallarate, stazioni e scuole collegate da 3 linee ciclabili. Mobilità dolce per ripartire

GALLARATE – «Tre percorsi con corsie ciclabili per collegare la stazione ferroviaria alle scuole superiori di Gallarate. E’ una proposta che noi protocolleremo, fattibile, che potrebbe essere chiavi in mano entro agosto e con un costo assolutamente sostenibile. Questo è un progetto che se si vuole, si fa». Una proposta che arriva d Pd Gallarate, e dalle liste civiche Città è Vita e PiùGallarate. 

Pronti a settembre

Ed è Giovanni Pignataro, capogruppo del Pd cittadino, a sottolineare il perché sia necessario creare queste tre linee ciclabili prima di settembre. «Le sette corse bis di Amsc che trasportavano gli studenti dalla stazione agli istituti scolastici non potranno più avere la stessa capienza – spiega – Questo per la necessità di garantire il distanziamento sociale. Non più 100 passeggeri per corsa, ma un numero pari a un terzo di quanto accadeva in passato. Creare questa sorta di ciclopolitana permetterà di risolvere il problema». Nella proposta è contenuta anche l’idea della biblioteca delle biciclette:bici usate da mettere a disposizione di chi non ne possiede una.

Tre linee ciclabili

Con questa proposta «Rispondiamo all’appello lanciato da Fiab Gallarate Pedala – spiega Giulio Del Balzo di PiùGallarate – Sono stati eseguiti dei sopralluoghi. Il progetto è fattibile e Gallarate finalmente potrà essere fruibile dai ciclisti in sicurezza. Senza togliere posti auto, non vogliamo assolutamente fare questo. Anzi dando un’alternativa all’utilizzo del mezzo privato per i piccoli spostamenti in città andrebbe a decongestionare il traffico migliorando anche le condizioni su strada di chi la macchina deve utilizzarla per forza». Le tre linee collegherebbero la stazione al liceo viale dei Tigli; la stazione al Gadda Rosselli; la stazione all’ Isis
Ponti via Stelvio. La vicinanza del Falcone allo snodo ferroviario risolve automaticamente il problema per questo particolare istituto.

Costi contenuti

Servirebbero naturalmente degli accorgimenti «L’istituzione di zona con limite a 30 chilometri orari – spiega  il segretario Dem Davide Ferrari – Per rendere sicuri alcuni tratti della rete ciclabile. E questa proposta potrebbe costituire la base per ampliare questo progetto di mobilità dolce oltre i confini gallaratesi. Non dimentichiamo che Gallarate è strettamente connessa con i comuni confinanti, Samarate, Cavaria, Cassano Magnago, Casorate». Pignataro sottolinea come non si tratti di politica «Di destra o di sinistra. Busto Arsizio, amministrata dal centro destra, è notizia di qualche giorno fa sta puntando proprio sulla mobilità dolce per gli spostamenti in città. E se Busto e Gallarate scegliessero per una volta la collaborazione alla rivalità tutto il territorio potrebbe essere collegato da linee ciclabili sicure e fruibili da tutti». I costi: circa 8mila euro a chilometro per la realizzazione di tre linee estese complessivamente su 12 chilometri, con finanziamenti assegnati da Regione Lombardia a Gallarate per un milione di euro pate dei quali sono veicolati proprio ad investimenti sulla mobilità. Una mobilità dolce che in futuro potrebbe essere estesa anche agli studenti di elementari e medie con percorsi sicuri per pedibus (elementari) e bicibus (medie).

gallarate stazioni scuole ciclabili – MALPENSA24