Somma, la sala civica di Maddalena sarà intitolata a Lino Cova

Sala civica maddalena cova

SOMMA LOMBARDO – Sarà intitolata a Lino Cova la sala civica di Maddalena. Così ha stabilito la giunta di Stefano Bellaria accogliendo la richiesta dell’associazione Maddalena Forever che ha voluto rendere omaggio al socio fondatore della Pro loco della frazione, recentemente scomparso.

L’autorizzazione del prefetto

La delibera dell’esecutivo è ora subordinata all’autorizzazione della Prefettura di Varese, la quale dovrà dare il proprio benestare in base alle norme che regolano le intitolazioni. Solitamente, infatti, devono passare almeno dieci anni dalla morte prima di dare il nome di un defunto a una via o a un luogo pubblico, come la sala civica di via Martiri della Libertà. E’ però facoltà del prefetto consentire la deroga in casi eccezionali, quando si tratta di persone che hanno particolari meriti nei confronti della nazione.

Chi è Lino Cova

Lino Cova nasce a Somma Lombardo il 6 luglio 1953 da una delle famiglie storiche della frazione Maddalena. Da subito si adopera per il sociale, con le sorelle e altri amici fonda un gruppo oratoriale. Negli anni ‘80 il gruppo si inserisce nella casa accoglienza Amici di Bagni Froy in val di Funes attivandosi per l’aggregazione di tanti giovani. Successivamente è uno dei fondatori della Pro Loco di Maddalena e fondatore dello storico Palio del Ticino. Incomincia anche il suo percorso politico diventando uno degli storici segretari di quartiere. Ha contribuito dopo la scomparsa del papà – che è stato presidente del Circolo Familiare di Maddalena – a continuare nel mantenimento organizzativo di uno dei principali punti di ritrovo per ogni età.

LEGGI ANCHE:

Sala civica maddalena cova – MALPENSA24