Gallarate, dopo 15 anni Martignoni (FdI) diventa presidente del consiglio comunale

Gallarate martignoni presidente consiglio

GALLARATE – Sedici voti favorevoli e nove contrari. Il segreto dell’urna non riserva sorprese: Giuseppe De Bernardi Martignoni (Fratelli d’Italia) è il nuovo presidente del consiglio comunale di Gallarate che si è insediato questa sera, 25 ottobre, a tre settimane di distanza dalla riconferma elettorale del sindaco Andrea Cassani. 

Come a Varese

Il Pd ha chiesto di fare come a Varese, dove il leghista Matteo Bianchi ha chiesto al centrosinistra di lasciare la presidenza all’opposizione, ma la proposta è caduta nel vuoto. «Le cose ce le facciamo a casa nostra», ha detto la capogruppo della Lega Evelin Calderara. «Questa è la casa di tutti», gli ha risposto piccato Carmelo Lauricella (Pd). La minoranza compatta ha comunque deciso di dare un’apertura di credito al nuovo numero uno dell’assise. «Conosciamo Martignoni, siamo certi che diventerà anche il nostro presidente», ha sottolineato Giovanni Pignataro (Pd) annunciando scheda bianca.

Gallarate martignoni presidente consiglio

C’è emozione

Dopo 15 anni di presenza in consiglio comunale «c’è emozione», ha ammesso De Bernardi Martignoni subito dopo l’elezione. «Grazie alla minoranza per l’apertura. Per me è un momento importante: corono con questo incarico importante tanti anni di attività amministrativa. Lo ricoprirò nell’interesse di tutti. Sarò imparziale ma fermo».
Da Luino sono immediatamente arrivati i complimenti del segretario provinciale di FdI Andrea Pellicini: «Per il nostro partito è un risultato importantissimo che dimostra la crescita della nostra classe dirigente. Per De Bernardi Martignoni è invece un ulteriore riconoscimento della sua importante carriera negli enti locali della provincia di Varese».

Nella PHOTOGALLERY i volti dei nuovi consiglieri comunali e degli assessori di Gallarate:

Postizzi vicario

La maggioranza ha deciso di non lasciare all’opposizione (una cortesia istituzionale che spesso accade) nemmeno la vicepresidenza vicaria, assegnata a Nicolò Postizzi (Lega). La proposta di Massimo Gnocchi (Obiettivo Comune Gallarate) di votare Anna Zambon (Pd) è stata respinta, ma nonostante la chiusura dichiarata da Marco Colombo (FdI) le opposizioni non hanno voluto fare polemica. «Prendiamo atto, ma sono questioni che alle persone interessano poco», ha detto Pignataro. Zambon è stata nominata vicepresidente supplente.

Gallarate, inizia il Cassani bis: «Non ve ne pentirete». Subito il nodo ospedale

La giunta di Gallarate stravolge il consiglio comunale. Il nuovo assetto

Gallarate martignoni presidente consiglio – MALPENSA24