Gualandris contro La Russa: «È Fratelli d’Italia che spacca il centrodestra»

Stefano Gualandris

CASSANO MAGNAGO – «Coerenza? La loro unica coerenza è spaccare ovunque il Centrodestra in provincia. Solo a Busto non hanno rotto, semplicemente perché il sindaco era loro». Stefano Gualandris, commissario provinciale della Lega, alza ancora i toni contro Fratelli d’Italia in risposta alle parole pronunciate dal presidente nazionale del partito di destra, Ignazio La Russa, in visita a Cassano Magnago per lanciare la campagna elettorale della lista che sostiene il candidato sindaco Pietro Ottaviani, in contrapposizione a Lega e Forza Italia.

Lega contro FdI

«La Russa non dice che la scissione del Centrodestra l’hanno causata loro per essere il braccio armato di una “politica gallaratese” che speravamo tutti fosse scomparsa… – le parole di Stefano Gualandris – a Cassano Magnago FDI preferisce abbandonare gli alleati per chi ama manovrare dietro le quinte, senza nemmeno il coraggio di andarsi a contare con le preferenze». E qui la frecciata al sindaco uscente Nicola Poliseno. E ancora: «FdI spacca il centrodestra solo per la campagna elettorale regionale di qualcuno, che usa Cassano solo per il suo futuro politico». E qui la seconda frecciata sembrerebbe rivolta a Giuseppe De Bernardi Martignoni, che non ha nascosto di puntare ad uno scranno al Pirellone.

I precedenti

Nel mirino la coerenza dei “meloniani” della provincia di Varese. «A Busto FdI ha preteso che Forza Italia rispettasse l’appoggio ad Antonelli sindaco, scaricando Farioli» ricorda Gualandris. «E ha chiesto posti millantando solo sondaggi». E ancora: «La Russa non parla delle guerre intestine al suo partito in provincia». E il riferimento qui è alle polemiche sull’asse Busto-Gallarate sulle candidature delle regionali e delle politiche. «Ora basta polemiche – la chiosa del commissario della Lega – da oggi si parla di programmi». E il Carroccio sarà pancia a terra per vincere, con Osvaldo Coghi candidato sindaco, la disfida cassanese.

Il post di Gualandris

Parla di coerenza Fratelli d’Italia, che a Busto ha preteso che Forza Italia rispettasse l’appoggio ad Antonelli come sindaco FDI (scaricando Gigi Farioli), ma a Cassano – a cui spettava la scelta essendo sindaco area FI – impongono loro il candidato a FI? La loro unica coerenza è spaccare ovunque il Centrodestra in provincia, come a Luino, come a Somma, come a Fagnano…., solo a Busto non hanno rotto, semplicemente perché il sindaco era loro! La Russa parla di coerenza, ovvio solo quando fa comodo a Lui, però delle guerre intestine al suo partito in provincia (soprattutto per le future candidature) non parla, come ovviamente non dice che la scissione del Centrodestra l’hanno causata loro per essere il braccio armato di una “politica gallaratese” che speravamo tutti fosse scomparsa…. Ma a Cassano Magnago FDI preferisce abbandonare gli alleati per chi ama manovrare dietro le quinte, senza nemmeno il coraggio di andarsi a contare con le preferenze. Per chi chiarisce che “Ottaviani” è cosa sua, per chi usa il nome di un amico e storico sindaco della Lega per provocarci e farci rompere con gli alleati veri e corretti. FDI spacca il centrodestra solo per la campagna elettorale regionale di qualcuno, che usa Cassano solo per il suo futuro politico, non per il bene del Comune di Cassano Magnago. Francamente l’unica coerenza che in questa Provincia ha dimostrato FDI è quella nel chiedere i posti millantando solo sondaggi (ben diversi dalla realtà nelle scorse amministrative) e nello spaccare costantemente le coalizioni di Centrodestra…. Non commento poi l’usare personaggi nazionali, in ambito locale, per denigrare – dopo aver professato alla stampa unità – Matteo Salvini; bel modo di essere alleati. Contenti loro, contenti tutti. Io con questo messaggio chiudo le polemiche da qui al 12 giugno. Adesso bisogna lavorare per il territorio, per Cassano Magnago come per il resto dei comuni al voto. Da oggi si parla di programmi e problemi della gente, delle guerre intestine per le cadreghe alla gente interessa poco, e giustamente direi. A personaggi ambigui che antepongono se stessi e la loro carriera politica al buon amministrare, alla politica per la gente, non darò più importanza. Noi sosteniamo con orgoglio e con forza, con tutto il Centrodestra il candidato sindaco Coghi. Agli elettori l’ultima parola

gualandris lega fratelli d’italia – MALPENSA24