Olimpiadi: Azzate sostiene Nicolò Martinenghi, Federica Cesarini è a casa

Azzate Martinenghi

AZZATE – Sono giorni di attesa e di festa ad Azzate. Il piccolo centro in riva al Lago di Varese sta seguendo con tanta partecipazione l’avventura olimpica del suo campione Nicolò Martinenghi. In paese sono stati esposti striscioni e cartelli con i cinque cerchi, per celebrare l’atleta di casa, che ha un’altra finale da disputare nelle prossime ore. E intanto ha già fatto rientro in provincia Federica Cesarini, atterrata nella notte a Linate e subito accolta dal calore della Canotteri Gavirate.

Il sogno continua

Ad Azzate tutti i cuori in questi giorni sono rivolti al Giappone. Dopo lo splendido exploit nei 100 rana, in cui ha conquistato la medaglia di bronzo, Martinenghi ha sfiorato la scorsa notte un altro podio, nella staffetta 4×100 mista. Ma tra poche ore, nella notte tra sabato e domenica, potrà dare l’assalto ad una nuova medaglia, con la staffetta maschile. In paese intanto un’intera comunità si è data per fare per celebrare il suo campione. Sono apparsi in queste ore due striscioni firmato dal Comune e dalla Pro Loco guidata dal presidente Nicola Tucci. Uno è stato posizionato sulla salita del lago, l’altro all’ingresso del paese dalla provinciale in arrivo da Varese. “Grazie Tete! Azzate è orgogliosa di te” è il testo del messaggio rivolto al nuotatore azzatese, con un ranocchio che campeggia sui cinque cerchi olimpici. E un’analoga immagine sta circolando sui social.

L’affetto del paese

L’affetto di Azzate non si è limitato a questo: per le vie del comune sono stati esposti una serie di striscioni con i cerchi olimpici, grazie alla collaborazione dei volontari e dell’associazione “Mamme in cerchio”. E nei bar e nelle bacheche del paese verranno distribuiti e affissi dei cartelli. «Abbiamo mobilitato il paese – commenta il sindaco Gianmario Bernasconi – per ringraziarlo per i suoi risultati». Tra poche ore Azzate sarà di nuovo davanti al televisore per sostenerlo, in una gara che cade in una data simbolica: Martinenghi compirà gli anni proprio domani, 1 agosto: un’altra medaglia sarebbe per lui il regalo più bello. Non si conosce ancora la data del suo rientro nel varesotto: in ogni caso Azzate non vede l’ora di accoglierlo per un momento di festa e celebrazione.

Azzate Martinenghi

Federica torna a casa

Mentre l’avventura di Martinenghi a Tokyo continua c’è chi invece ha già fatto rientro a casa: è Federica Cesarini, splendida protagonista del canottaggio femminile. L’atleta originaria di Bardello è atterrata nella notte tra venerdì e sabato a Linate con al collo la medaglia d’oro conquistata in coppia con Valentina Rodini nel doppio pesi leggeri. Ad accoglierla all’aeroporto oltre a familiari ed amici anche tutto il calore della sua squadra, la Canottieri Gavirate. Tanta la gioia tra abbracci e immancabili fotoricordo. Il Comune di Bardello intanto ha organizzato una festa in suo onore, che si svolgerà martedì 3 agosto alle 18 presso il Palazzo Comunale in via Matteotti.

Federica Cesarini